Seleziona una pagina

L’estate scorsa io e Federica avevamo pianificato di passare due giorni tra le montagne dei Sibillini pernottando nel rifugio del Fargno, io avrei scattato dei ritratti sfruttando la salita verso il Pizzo Berro mentre lei avrebbe fotografato la via lattea durante la notte.

Sono stati scelti i giorni in cui le condizioni di visibilità della via lattea sarebbero state ottimali…

Sulla carta tutto sembrava perfetto! L’idea era di salire in cima al Pizzo Berro durante il pomeriggio del primo giorno ma mentre eravamo circa a metà tragitto si è alzato un vento davvero molto forte che su queste montagne è quasi una consuetudine, così seppur a malincuore abbiamo dovuto interrompere la salita e per non sprecare l’occasione ho dovuto improvvisare velocemente qualche scatto in una zona vista in precedenza.

Il punto della montagna dove abbiamo ripiegato era leggermente riparato ma non è bastato e poco dopo abbiamo dovuto desistere. Il freddo che ci penetrava le ossa ci ha obbligati a tornare indietro verso il rifugio.

Per fortuna la sera abbiamo avuto del tempo per fotografare la via lattea ma è stata solo una breve parentesi! La pausa è durata poco e il vento è tornato ad accanirsi per tutta la notte attorno al rifugio ululando ininterrottamente.

Abbiamo letteralmente adorato il rifugio del Fargno! Pensavamo fosse più spartano invece ha bagni, posti letto e un punto ristoro!

Queste sono le foto che sono riuscito a scattare:

Modella: Federica